Cilento


Scopri

Il

Cilento

Parti da Marina di Camerota per esplorare il Cilento. Tanti paesi affacciati sul mare e piccoli borghi arroccati sulle colline: uno spettacolo unico!


Marina di Camerota fa parte del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, il secondo parco nazionale italiano per dimensioni, che è tutelato dall’Unesco come Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Il Cilento è un’area di notevole interesse naturalistico, immersa tra mare e sole, storia e leggenda, archeologia e cura dell’ambiente, tradizione e apertura alle innovazioni, tanto da incantare gli amanti della natura e della cultura.

Oltre alle rinomate località balneari (Marina di Camerota, Palinuro, Agropoli, Pollica), il Cilento è costituito da numerosi paesi e cittadine che conservano ancora, quasi intatti, monumenti e vestigia di un passato glorioso, tutto da riscoprire.

Il Vallo di Diano è una fiorente piana del salernitano, che comprende numerosi paesi, tra cui Sala Consilina, Montesano, Padula, Pertosa e Teggiano.

Da Marina di Camerota potrete facilmente raggiungere le seguenti località del Cilento e del Vallo di Diano, che meritano di essere visitate:

– il borgo medievale di San Severino (frazione di Centola).
– il vecchio abitato di Roscigno (la “Pompei del 2000”), dove è stata trovata una tomba principesca, risalente ad alcuni secoli a.C.;
– il Castello dei Principi di Sansevero a Teggiano dove, nei giorni 11, 12 e 13 agosto, si svolge una sontuosa sfilata in abiti d’epoca e in cui i visitatori sono invitati a mangiare “Alla tavola della Principessa Costanza”;
– la Certosa di san Lorenzo a Padula, molto ammirata per la grandiosità degli spazi, per la ricca varietà degli ambienti, per la cura degli orti e dei giardini. Ammirerete oltre 300 sale, numerose gallerie, scaloni, portici e sontuose fontane.
– le Grotte dell’Angelo a Pertosa , dove stalattiti e stalagmiti, nei millenni, hanno modellato figure surreali, come la Sala del Paradiso, la Cascata, la Sfinge e le Colonne d’Ercole;
Tortorella, piccolo feudo che, nel 1267, appoggiò la discesa in Italia di Corradino di Svevia. Presenta vicoli, portali in materia calcarea, porte antiche, cortili e torri. La meta di maggior attrazione è il centro storico, con il Castello Marchesale Carafa-Stadera;
– gli scavi archeologici di Velia (nei pressi di Ascea), che hanno portato alla luce l’antica Elea della Magna Graecia, in cui, alcuni secoli avanti Cristo, sorse una delle prime grandi scuole di filosofia, detta appunto “eleatica”. Il principale pensatore di questa scuola fu Parmenide, il filosofo dell’ “Essere”.



Le mete turistiche del Cilento

MARINA DI CAMEROTA

La qualità delle acque marine, la bellezza dei suoi paesaggi, e l’ospitalità dei suoi abitanti, ne fanno, oggi in Italia, una delle mete turistiche più ambite del turismo nazionale ed internazionale.

Grotte del paleolitico meridionale: visite dall’esterno
– grotta lentiscelle
– grotta della cala
– grotta sepolcrale
– grotta della serratura

Escursioni marine: visite alle grotte e alle cale

Dal porto di Marina di Camerota i barcaioli della coop. Cilento Mare e del nolo e gite in barca Saturno ti condurranno a scoprire le bellezze della nostra costa affascinandoti con miti e legende delle grotte e delle baie. Nell’affascinante Cala Fortuna si puo’ visitare la Grotta Azzurra, proseguendo si scorge la Grotta delle Noglie, Cala Bianca, Pozzallo, fino ad arrivare alla suggestiva Baia degli Infreschi. E per gli appassionati del trekking suggeriamo escursioni, partendo dal sentiero adiacente alla grotta Lentiscelle fino a raggiungere Baia degli Infreschi.

Per contattare la “cooperativa cilento mare” rivolgersi ai recapiti telefonici:
tel 0974/932979
cell 339/8877990
Per contattare il “nolo e gite in barca Saturno“, rivolgersi ai recapiti telefonici:
tel 0974/939035
cell 338/4514896

Torri Saracene: antiche torri di guardia risalenti al 1500
Cappelle:
Sant’Antonio – sulla mulattiera da Marina a Lentiscosa
Madonna di Piedigrotta – sulla strada da Marina a Lentiscosa
San Lazzaro – su di un rilievo a porto Infreschi

CAMEROTA CAPOLUOGO

Camerota è un paese adagiato su di un colle solitario, racchiude in sé un patrimonio artistico e culturale in cui si fondono numerose architetture e luoghi di culto.
– CASTELLO MARCHESALE (sec. IX-X)
– CHIESA DI SAN NICOLA DI BARI
– CHIESA DI SAN DANIELE PROFETA
– CONVENTO DEI CAPPUCINI
– MONASTERO DI SAN CONO (ruderi)
– GROTTA DI SAN BIAGIO

IN LOCALITA’ SAN VITO:
– lavorazione terracotta, vimini e pietra
– mercatino artigianale

responsabile Sig. Ruocco Vincenzo
tel . 0974/935289.

LICUSATI

Tra distese di terre in cui si perde lo sguardo nell’orizzonte più lontano, tra monti che sembrano abbracciarti facendoti sentire mai solo, si trova Licusati, un paese dalla semplicità e dall’allegria toccabili con mano.
– CHIESA SAN MARCO EVANGELISTA
– CAPPELLA MADONNA DELL’ANNUNZIATA
– CAPPELLA DI SANT’ANTANIO

LENTISCOSA

Sdraiata su di un colle, timidamente nascosta tra gli ulivi, fiera della sua storia e gelosa delle sue tradizioni, sorge Lentiscosa, paese dai tratti tipicamente cilentani, ricco di bellezze naturali e artistiche da riscoprire.

CHIESE:
– SANTA MARIA DELLE GRAZIE
– SANTUARIO SANTA ROSALIA
– SANTA MARIA DEI MARTIRI

CAPPELLE
:
– SANTA SOFIA al centro del paese

“CAMMASINANDO”
passeggiate con l’asino
Escursioni a piedi e con l’asino in un tratto di costa del Parco Nazionale del Cilento, dove di incontrano arenili, cale, dirupi, torri, grotte e fondali di cristallina limpidezza.

PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI AL RECAPITO TELEFONICO 338/1724191.

VELIA

Nel cuore del Parco del Cilento, nell’area di Marina di Ascea, sorge una grande meraviglia di interesse storico e archeologico, l’antica città greca di Velia Elea, patria della scuola filosofica di Parmenide e Zenone.

SCAVI ARCHEOLOGICI

TARIFFARIO
– GRATIS fino a 18 anni
– 1,00 EURO dai 18 ai 25 anni
– 2,00 EURO dai 25 ai 65 anni
-GRATIS dai 65 anni in poi

ORARIO VISITE
dalle 9:00 ad un’ora prima del tramonto.

PAESTUM

Detta dai Greci Poseidonia, dagli Italici Paistom e Paitos, dai Romani Paestum.
Situata nella parte più orientale del golfo di Salerno (antico golfo Poseidoniate), a 10 Km dalla foce del fiume Sele (antico Silaros), nel territorio della Lucania e al confine settentrionale della regione che nel sec. IV a.C. si usò chiamare Magna Grecia, Paestum fu una delle più ricche e fiorenti colonie greche dell’Italia meridionale lungo la costa occidentale del Tirreno.

SCAVI ARCHEOLOGICI

TARIFFARIO
– 4,00 EURO per la visita dei soli scavi
– 6,50 EURO per visitare gli scavi e il museo

ORARIO DELLE VISITE
dalle 9:00 fino ad un’ora prima del tramonto.
La biglietteria chiude due ore prima del tramonto.
GIORNI DI CHIUSURA
– 1 maggio
– 25 dicembre

TELEFONO
0828/811023; 0828/811016 (Azienda di soggiorno e turismo di Paestum)
0828/722654 (biglietteria)

RESPONSABILE DELLA STRUTTURA
Marina Cipriani
tel e fax 0828/811023

IL VALLO DI DIANO

Il Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano è stato istituito nel 1991. Corrisponde alla parte meridionale della provincia, compresa tra la piana del Sele a Nord, la Basilicata a Est e a Sud e il
mar Tirreno ad Ovest.

Comprende, in tutto o in parte, i territori di 8 Comunità Montane e 80 Comuni.
Dal 1991 è Patrimonio dell’umanità dell’Unesco (con i templi di Paestum e la Certosa di Padula), e dal 1997 è Riserva della biosfera

SAN SEVERINO DI CENTOLA

San Severino di Centola, nel basso Cilento, è un borgo medioevale abbandonato situato sulla sommità di un colle con la cima divisa da una sella, la quale scinde in due zone l’insediamento in cui si distinguono i ruderi del castello e della chiesa, dall’area in cui vi sono le abitazioni abbandonate dai cittadini.

– BORGO MEDIOEVALE ABBANDONATO.

ROCCAGLORIOSA

In quel di Roccagloriosa sono venuti alla luce i resti della città di Fistelia , l’unica testimonianza archeologica finora di un insediamento stabile osco-lucano (sec. V a.C.). Si possono ammirare le mura di cinta e ben 22 tombe. L’attuale centro abitato è appollaiato su di una collina e fa da corona ai ruderi del castello, che risale al VI d.C.

– IL BORGO MEDIOEVALE
– I RESTI DEL CASTELLO (VI sec.)
– ANTIQUARIUM CON REPERTI DI ORIGINE OSCA
– CITTA’ SEPOLTA DI LEO (IV-V sec. a.C.)
– CHIESA DEL ROSARIO
– CHIESA DI SAN GIOVANNI
– CHIESA DI SAN NICOLA
– MONASTERO DI SAN MERCURIO (IX-X sec.)
– NECROPOLI del 400 d.C. loc. SCALA
– FONTANA DELLE TRE CANNULLE del 1893

SAN GIOVANNI A PIRO

Nel basso Cilento San Giovanni a Piro è uno dei tipici, piccoli centri, con un angolo di mondo dove un carattere di compattezza contraddistingue la struttura urbana.

– CENOBIO BASILIANO (X sec.)
– CHIESA DELLA MADONNA DI PIETRASANTA
– PANORAMA DALLA loc. CIOLANDREA
– OPERE DEL PITTORE JOSE’ ORTEGA A BOSCO
– PORTO E BORGO MARINARO DI SCARIO
– IL SANTUARIO DI PIETRASANTA

MORIGERATI

La graziosa cittadina di Morigerati offre un caratteristico centro storico, in cui stradine acciottolate si alternano a cortili impreziositi da splendidi portali.

– IL CENTRO STORICO
– PALAZZO FLORENZANO “IL CASTELLO”
– L’ANTICA CERERIA
– BASILICA DI SAN DEMETRIO
– MUSEO ETNOGRAFICO
– GROTTE DEL BUSSENTO
– OASI WWF
– MULINO AD ACQUA (ricostruzione funzionante)

Per l’Oasi WWF, per maggiori informazioni, contattare DEMETRIA BARRA al recapito telefonico 333/0959991
Per il Museo Etnografico, per maggiri informazioni, contattare DEMETRIA CAIAFA al recapito telefonico 0974/982213

CERTOSA DI SAN LORENZO | PADULA

La Certosa di San Lorenzo, ubicata sotto la collina dove sorge il paese di Padula, è uno dei monasteri più grandi nel mondo e tra quelli di maggior interesse in Europa per la magnificenza architettonica e copiosità di tesori artistici.

PER CONTATTARE LA BIGLIETTERIA RIVOLGERSI AL RECAPITO TELEFONICO
0975/77745

TARIFFARIO
-fino a 18 anni GRATUITO,
-dai 18 ai 25 anni 2,00 EURO,
– dai 25 ai 65 anni 4,00 EURO,
– dai 65 anni in poi GRATUITO.

ORARIO VISITE
dalle 9:00 alle 19:00 tutti i giorni

GIORNO DI CHIUSURA
il martedì

GROTTE DI PERTOSE O GROTTE DELL’ANGELO | PERTOSA

L’origine delle Grotte di Pertosa o Grotte dell’Angelo è fatta risalire a ben 35 milioni di anni fa. Sono le più importanti dell’Italia del Sud, le uniche ad essere attraversate da un fiume sotterraneo, il Tanagro o Negro, il cui corso è stato deviato a scopo di utilizzo energetico. Così facendo l’entrata nelle Grotte si è allagata, tanto da permettere l’accesso all’interno, solo attraverso suggestive barchette sapientemente guidate da esperte guide del Comitato Pro Grotte

PER CONTATTARE LA BIGLIETTERIA RIVOLGERSI AL RECAPITO TELEFONICO
0975/397037

TARIFFARIO
percorso da 1 ora
-10,00 EURO adulti
– 8,00 EURO ragazzi dai 6 ai 15 anni
percorso Paradiso da 1 ora e 30 minuti
-15,00 EURO adulti
– 10,00 EURO ragazzi dai 6 ai 15 anni
ORARI PERCORSO PARADISO
– dalle 10:00 alle 11:30
– dalle 12:00 alle 13:30
– dalle 14:00 alle 15:30
– dalle 16:00 alle 17:30
PREZZO COMITIVA, MINIMO 30 PERSONE
– 7,00 EURO a persona
SCOLARESCHE
– 5,00 EURO studenti
– 5,00 EURO per ogni genitore accompagnatore
– GRATIS docenti

ORARIO VISITE
dalle 9:00 alle 19:00
tutti i giorni fino al 31 ottobre.

MUSEO DIOCAESANO DI TEGGIANO | TEGGIANO

Il Museo Diocesano “San Pietro” è ospitato nella trecentesca chiesa di San Pietro in Teggiano.

INGRESSO LIBERO

ORARIO VISITE
dalle 9:00 alle 13:00 il mercoledì ed il giovedì
dalle 15:00 alle 19:00 il venerdì
dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00 il sabato e la domenica

GIORNI DI CHIUSURA
il lunedì e dil martedì



Chiamaci 0974 93 27 25

Contattaci telefonicamente o inviaci la tua richiesta per qualsiasi informazione o direttamente per prenotare il tuo soggiorno. Siamo sempre a tua disposizione!